Mediterraneo frontiera di pace

Bari 19-23 Febbraio 2020

#Bari 2020. Mons. Bizzeti, è possibile vivere con il diverso

#Bari 2020. Mons. Bizzeti, è possibile vivere con il diverso

“Offrire l’esempio che è possibile essere uniti nella diversità, che è possibile l’integrazione delle culture, che è possibile vivere con il diverso”: questo è “il compito della comunità cristiana”, secondo mons. Paolo Bizzeti, vicario apostolico di Anatolia. “Noi cristiani – ha spiegato – dobbiamo essere primizia di un’umanità nuova, come affermiamo da sempre, e testimoniarlo con le parole e soprattutto con i fatti”.
Per mons. Bizzeti, “incontrarsi in modo ufficiale, dichiarato, voluto, tra cristiani della sponda del Medio Oriente, del Nord Africa e dell’Europa è una gioia, un’occasione per ritrovarsi tra fratelli”.

  • #Bari2020: un anno dopo

    L’incontro "Mediterraneo frontiera di pace", sottolinea il Cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente della CEI, è stato “la prima tappa, l’inizio di un cammino che era necessario intraprendere, per dare la nostra risposta col Vangelo ai problemi della Chiesa, alle nostre Chiese e alla società di oggi”.

    Leggi di più...

  • #Bari2020, un impegno che continua

    "Durante la crisi sanitaria, abbiamo continuato a lavorare per il prosieguo di questa esperienza", racconta il presidente della CEI.

    Leggi di più...

  • Nel Mediterraneo frutti da maturare

    A dieci mesi dall'evento di #Bari2020, mons. Raspanti, vicepresidente della CEI, traccia un bilancio e indica alcune prospettive concrete.

    Leggi di più...